wpe4.jpg (10944 byte)

linea-verticale.jpg (7048 byte)
aaaaaaa

Filari
di Antonella Saracco

In queste pagine è di scena l’ambiente di collina, terra che ha inciso tracce indelebili nel modo d’essere dell’autrice, connotando la sua identità e innescando in lei processi che riconducono alle origini. Il racconto della trebbiatura del grano, della vendemmia, la descrizione di alcuni momenti stagionali non possono che ricondurci ad un passato ormai perduto ma sempre vivo nella nostra cultura piemontese e italiana in genere.
Gli "esercizi di scrittura", come vengono definiti dall’autrice stessa, hanno come protagonisti persone e atmosfere del Monferrato, ma potrebbero riguardare qualsiasi luogo collinare dove la fatica viene compensata ad ogni passo dalla bellezza e il dolore dal senso del vivere.
I filari sono una metafora della vita, poiché appaiono come un’incalzare di segni ricurvi, ma hanno radici tenaci, in grado di far resistere pochi tralci comunque in grado di garantire continuità .

Antonella Saracco si occupa di formazione ed è cultrice della materia in Psicologia dinamica presso l’Università di Torino. Ha curato alcune pubblicazioni ed è autrice della biografia di Stefania Belmondo "Più veloci di aquile i miei sogni", Sperling & Kupfer Editori.
Inoltre è autrice del volume "La favola vera di Stefania Belmondo. Più veloce dell’aquila" Daniela Piazza Editore, illustrato da Ugo Nespolo. Con la novella "Filari" si è classificata tra i vincitori della prima edizione del Premio Nazionale di Novella "Carlo Cocito" di Montà d’Alba. Nata a Nizza Monferrato (Asti) vive a Covone (Cuneo)


Pagg. 104 Formato 11,5 x 19,5 - Brossura  - Prezzo  € 8,00              ORDINA